Ventotene e il Manifesto di Spinelli sono Patrimonio Europeo

VENTOTENE – Il Manifesto di Ventotene “Per un’Europa libera e unita”, il documento che ha ispirato la costruzione dell’Unione Europea, ha ricevuto dalla Commissione Ue il marchio di Patrimonio Europeo. Esulta l’Istituto Spinelli intitolato al grande pensatore che scrisse il Manifesto con la collaborazione di Ernesto Rossi ed Eugenio Colorni. A ricevere l’onorificenza anche l’isola di Ventotene.

“Il riconoscimento del Manifesto di Ventotene, insignito oggi del marchio di patrimonio europeo, assurge a simbolo dell’Unione il contributo ideale di tre grandi italiani: Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi, che lo redassero in confino nel 1941, e Eugenio Colorni, che ne curò la pubblicazione nel 1944 poco prima di essere trucidato a Roma dalla milizia fascista. A conferma di come nei momenti più bui la forza delle idee sappia portare la luce di cui ha bisogno l’umanità”, ha commentato il ministro della Cultura, Dario Franceschini.

 “Un grande risultato a cui sono felice di aver contribuito, un importantissimo riconoscimento del ruolo che ha svolto Ventotene per l’Europa”, ha commentato Silvia Costa, Commissaria del Governo per il recupero dell’ex carcere borbonico di Santo Stefano Ventotene che con l’ex sindaco Santomauro aveva lanciato la candidatura con il Tavolo Europa coordinato dal prof. Di Gregorio e l’apporto dell’esperta di politiche culturali europee, Cristina Loglio. Il recupero della struttura carceraria è oggi dedicato alla memoria di David Sassoli.

“Un obiettivo raggiunto grazie a un lavoro di squadra – ha detto il direttore dell’Istituto Spinelli, Mario Leone – Questa occasione potrà senza dubbio avere ulteriori possibilità di proiettare il nostro Paese sempre di più verso un’Europa Integrata e a trazione federale di cui parlava il Manifesto di Ventotene, libera, unita e in pace”.

IL COMMENTO DEL DIRETTORE DELL’ISTITUTO ALTIERO SPINELLI, MARIO LEONE

www.radioluna.it/news/2022/05/i-quotidiani-locali-in-un-click-3-maggio-2022

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn